La bellezza di Selinunte
sostenuta dalla qualità
dei vini settesoli

Franck Manogil

Selinunte chiama. Settesoli risponde. Prendete un sito archeologico tra i più belli e imponenti del mondo. Aggiungete una cooperativa vinicola di qualità e centinaia di migliaia di bottiglie di ottimo  vino che hanno il compito di sostenere tutta quella bellezza e avrete costruito una storia. Una gran bella storia.

Siamo nel  Sud-Ovest della Sicilia, fra vigneti, dune, campagne e mare si trova il Sito Archeologico di Selinunte, il Parco Archeologico più grande d’Europa, 300 ettari di storia e bellezza. È in questo splendido territorio che si è sviluppato il progetto “Settesoli sostiene Selinunte”, la grande campagna di raccolta fondi sostenuta da Cantine Settesoli, che proprio qua coltiva 6000 ettari di vigneti, insieme alla Direzione del Parco in collaborazione con l’Assessorato Regionale ai Beni Culturali e identità siciliana. Lo scopo, quello di favorire la salvaguardia, i restauri e lo sviluppo turistico di un luogo di inestimabile bellezza.

Settesoli, la più grande cooperativa di vino siciliana, da sempre è attenta allo sviluppo sociale, culturale e ambientale del proprio territorio, e per questo si sta impegnando in un progetto che contribuirà a valorizzare il Parco di Selinunte e i suoi resti archeologici. Il primo e speriamo non ultimo esempio di azienda agricola che decide di sostenere con forza i Beni Culturali.

La città di Selinunte, fondata verso la metà del VII secolo a.C. da coloni greci provenienti da Megara Hyblea, venne edificata su di una piana a 30 metri sul livello del mare nell’area compresa tra le due valli fluviali del Belice e del Modione.

Grazie alla sua posizione strategica divenne un punto focale per i commerci marittimi e riuscì rapidamente ad ottenere una rigogliosa economia che la portò a diventare una città di dimensioni grandiose con numerose opere pubbliche e maestosi edifici di culto.

La città subì nel corso degli anni due distruzioni: la prima, sotto l’assedio dei Cartaginesi, nel 409 a.C., per poi essere ricostruita da coloni greci e punici; la seconda, ad opera dei romani, nel 250 a.C. in seguito alla vittoria della prima guerra punica.

Oggi, il Parco Archeologico di Selinunte è esteso per 1740 km2 ed è il più grande e imponente Sito Archeologico d’Europa. I resti presenti, tra cui templi, santuari e altari sono dislocati nelle quattro aree principali del parco: l’Acropoli, il santuario della Malophoros, la collina orientale e due Necropoli.

L’acropoli, circondata da un’imponente cinta muraria, domina un altopiano calcareo a strapiombo sul mare che offre uno scenario unico dominato dal Tempio C, il più maestoso e importante della città per valore storico e architettonico.

È proprio in questa parte del Sito che il progetto “Settesoli sostiene Selinunte” investirà i fondi raccolti attraverso lavori di restauro del tempio di Apollo, la creazione di un percorso di visita, il miglioramento della viabilità già esistente e un impianto di illuminazione che interesserà anche la cinta muraria.

La raccolta fondi, per il “rilancio” della città fondata dai coloni greci, ha l’obiettivo di raccogliere 500.000 euro. Il primo intervento è sostenuto direttamente dalla Cooperativa Settesoli, che ha versato 42 mila euro per i lavori di illuminazione della fortificazione est dell’Acropoli di Selinunte; in questi mesi la raccolta fondi prosegue attraverso donazioni dirette e anche mediante un’operazione di fundraising attraverso l’acquisto del vino della cooperativa. Per ogni bottiglia di Settesoli venduta, contraddistinta da un piccolo tagliando con l’immagine di un Tempio greco, 10 centesimi vengono donati al Parco. Ad oggi il conteggio è di 1 milione 200 mila bottiglie vendute per un totale di 120 mila euro ma il dato è  destinato ad aumentare.

“Settesoli sostiene Selinunte” è un’importante testimonianza della volontà di collaborare per far conoscere e crescere il proprio territorio promuovendo le bellezze storiche, culturali, architettoniche, paesaggistiche e enogastronomiche; un filo che collega tutte le sfaccettature di un territorio meraviglioso attraverso la bellezza stupefacente del suo passato.

 

 

“SETTESOLI SOSTIENE SELINUNTE”

www.settesolisostieneselinunte.it

www.selinunte.net

Cantine Settesoli

Settesoli Soc. Coop. Agricola – Strada statale 115 – 92013 Menfi (Ag)

www.cantinesettesoli.it