Bari Guest Card: alla scoperta di una nuova idea di turismo

Immagine luoghi Bari Guest Card

La giornata a Bari comincia sul lungomare, uno dei più belli che si possano vedere nel nostro Paese, perfetto per una corsa rigenerante ma anche per una semplice passeggiata di riposo e scoperta. Ed è una volta arrivati al Chiringuito – un semplice chiosco sul mare per i forestieri ma tradizionale ritrovo storico per i baresi – che ci si immerge completamente nell’anima della città: al Chiringuito si trovano pescatori che urlano a squarciagola e insistono per farti assaggiare una qualsiasi cosa purché sia, perché i baresi sono gente di cuore e di mare… Si lasciano inebriare dal suo profumo, si fermano a guardarlo, e appena le temperature iniziano leggermente a salire, corrono in spiaggia per il primo bagno dell’anno. Il mare non è semplicemente parte della loro terra. Il mare gli scorre nelle vene. Dal Chiringuito a Piazza del Ferrarese il passo è breve. E da Piazza Ferrarese a Piazza Mercantile, seguendo la costellazione di locali, ci si addentra nel cuore pulsante di Bari. Perché una giornata a Bari non può non includere una passeggiata tra i vicoli del centro storico, meglio conosciuto con il nome di Bari Vecchia. Negli anni il centro storico ha acquistato valore, si è ingentilito, ha subito un riuscitissimo lavoro di riqualificazione. Senza perdere la sua autenticità. E non immaginate quanta gente si è innamorata dei vicoli ciechi e irregolari, dei panni stesi, delle porticine spalancate che lasciano intravedere la vita domestica. E di coloro che nella città vecchia ci vivono. Dialetto incluso. Sono persone semplici, ancorate alle tradizioni, alle usanze della città. Vi sapranno rivelare ogni segreto barese: leggende, superstizioni, curiosità. La visita della città prosegue con il Castello Svevo, la suggestiva Cattedrale di San Sabino, la meravigliosa Basilica di San Nicola con la sua cripta e poi ancora i teatri: Prima il Teatro Margherita, costruito appositamente sul mare, e poi lo splendido Teatro Petruzzelli. Nel tardo pomeriggio poi potrebbe essere d’obbligo un gelato da gustare rigorosamente sul lungomare aspettando che il sole inizi a calare e che il cielo regali uno dei suoi meravigliosi tramonti. Mentre i lampioni che sfilano pian piano si accendono a creare immaginazione.

È per raccontare tutta questa bellezza che il 23 febbraio il Comune di Bari e Promo PA Fondazione in collaborazione con la Direzione Generale Turismo MiBACT hanno presentato la procedura di evidenza pubblica per la gestione del progetto di marketing turistico di Bari e il sistema di gestione stesso, che rappresenta il primo esempio di management integrato della cultura e del turismo sul territorio pugliese. Bari Guest Card, l’idea, è un portale in cinque lingue con e-commerce, una infrastruttura applicativa per la creazione e gestione di prodotti e servizi, un sistema di controllo e monitoraggio dei flussi integrata con il circuito dell’offerta e con la piattaforma amministrativa, due Card turistiche da tre e cinque giorni predefinite, una Guida Elettronica, un’APP mobile e duecento paline segnaletiche per i contenuti aumentati. E per ultima, ma fondamentale, la mappatura del Circuito dell’offerta, ancora espandibile. Il progetto include inoltre due Visitor Center – al Castello di Bari e nello IAT di Piazza del Ferrarese – allestiti con un tavolo Multi-touch, quattro postazioni multimediali interattive oltre a dispositivi per la realtà aumentata e per la didattica.

La Card prende forma come passaporto unico per il patrimonio del territorio della Città metropolitana di Bari, e sarà presto attivo anche il bando per l’individuazione di chi dovrà gestire quello che si presenta come il primo strumento integrato di gestione del turismo e della cultura nel capoluogo.

“Terre di Bari Guest Card rappresenta, insieme al nuovo sistema di brand identity per la città e alle grandi infrastrutture della cultura, uno dei tre pilastri del più ampio progetto di rinnovamento del sistema turistico – culturale della città – ha commentato l’assessore alle Culture e Turismo Silvio Maselli -. L’idea strategica su cui si fonda Bari Guest Card è costruire un sistema metropolitano integrato per il turismo, in grado di offrire al visitatore flessibilità, facilità e completezza dell’offerta attraverso l’ampia integrazione degli operatori culturali e turistici dell’area”.

La piattaforma e la card ci sono, adesso è solo necessario riempire il contenitore di contenuti.