Amico Museo: in Toscana i musei raccontano una storia. La nostra

Manifesto Amico museo_2016 bis

È possibile che il museo non sia solo un susseguirsi di sale espositive, un posto in cui conservare e mettere in bella mostra tele e sculture? È possibile fare un passo indietro e vederlo non solo come contenitore di opere d’arte, ma esso stesso come contenuto d’arte e soprattutto di storie? Come un luogo vero, dotato di una propria identità, e non come uno dei tanti non-luoghi di Marc Augé? Si, è possibile. Perché i musei non solo custodiscono capolavori, ma ci raccontano storie, e spesso, sempre più spesso sono essi stessi parte della storia.
È sulla base di questa convinzione che ritorna Amico Museo l’iniziativa proposta da Regione Toscana, il cui programma di quest’anno attinge al tema della Giornata Internazionale dei Musei ICOM dedicato al rapporto che lega strutture museali e paesaggi culturali.
Seguendo appunto questa suggestione, fino al 5 giugno i musei del territorio si aprono a un nuovo modo di vivere l’arte. Un’arte dinamica che vuole far rivivere le storie e le opere del passato nell’attualità di oggi, diventando partecipe del paesaggio in cui si trova, punto di partenza per la valorizzazione del paesaggio che la accoglie. E da questa esigenza di rinnovarsi nasce un nuovo modo di vivere il museo, nasce la possibilità di vivere l’offerta artistica e museale rivisitandola attraverso tante altre forme di fruizione della cultura, in cui il passato viene contaminato dal presente, la tradizione dall’innovazione, la bellezza dalla creatività, le idee da nuove idee. Il programma degli appuntamenti è veramente molto ricco e tantissime sono le proposte, ma vale la pena citarne alcune così da rendere idea di quanto vasta sia la possibilità di attualizzare le caratteristiche millenarie di una terra amata da tutto il mondo.

Gli appuntamenti di Amico Museo

Se vi trovate a Cortona, ottima destinazione per una breve vacanza in questa stagione, venerdì 3 giugno il Museo Diocesano del Capitolo organizza alle 17, English Eye Tea, una visita guidata in lingua inglese alle opere della collezione permanente seguita da una tradizionale degustazione di tè. Una bella occasione non solo per i turisti ma anche per la cospicua comunità anglosassone presente da anni sul territorio cortonese.
A Lucignano, domenica 5 giugno, dalle 10 alle 12 è possibile prendere parte in bici o a piedi a Museobike_Percorso trekking che collega il Museo di Lucignano al Sentiero della Bonifica, lungo un itinerario che si articola attraverso tanti punti d’interesse storici, artistici e paesaggistici. Il percorso, nato da un progetto di rete dei musei della Valdichiana aretina. si sviluppa nell’ottica di un turismo sostenibile ed accessibile, è disponibile su izi.TRAVEL e segnalato su Google Map.
Sabato prossimo invece (28 maggio) l’Ecomuseo del Casentino – Casa Natale di Guido Monaco, in località La Castellaccia, ha organizzato alle 16.00 un percorso musicale itinerante che prevede l’arrivo verso le 18 alla casa natale di Guido Monaco dove si terrà un’esibizione del coro degli allievi delle scuole di musica. Seguirà un’apericena e alle 21 il concerto dei PenthaBrass, gruppo composto da insegnanti e allievi.
Sempre sabato 28, il Museo civico archeologico e d’arte sacra di Asciano (SI) organizza nell’ambito di Vetrina Toscana, Degustazioni ad Arte: i produttori del Comune di Asciano saranno presenti al Museo Palazzo Corboli, per far assaggiare le loro eccellenze.
Domenica 29 maggio, il Museo Civico Archeologico di Fiesole sopra Firenze, propone Tocchi d’arte: una visita “tattile” guidata da un non vedente. I partecipanti saranno condotti alla scoperta dell’archeologia con gli occhi bendati.
Infine per tutta la durata dell’iniziativa, a Monsummano Terme il Museo di arte contemporanea e del Novecento mette in mostra L’Arte a modo mio, una raccolta di lavori elaborati dai bambini e dalle bambine de l’sola dei Ragazzi che si sono ispirati alle opere di artisti quali Calder, Mirò, Kandinski, Picasso, Matisse, Klee.